Poltrona Frau e Banca Generali all’esordio

da Milano

Due importanti debutti oggi in Piazza Affari. Matricole di tutto rispetto quali Poltrona Frau, cara al fondo Charme fondato dal presidente di Confindustria e di Fiat Luca Cordero di Montezemolo, e Banca Generali, colosso del risparmio gestito del gruppo assicurativo triestino.
Le azioni di Poltrona Frau, l’azienda di Tolentino specializzata in design, realizzazione di poltrone e divani, lavorazioni in pelle e fornitrice peraltro anche dei sedili delle prestigiose Ferrari e Maserati, esordirà al valore di 2,1 euro per azione.
Il collocamento delle azioni del gruppo marchigiano - destinato al segmento Star di Borsa Italiana - si è concluso con successo il 10 novembre, con una domanda superiore a 16 volte l’offerta. La domanda ricevuta nell'ambito del collocamento istituzionale è stata molto elevata e caratterizzata da un forte peso della componente internazionale degli investitori (pari a circa l'80% del totale).
Forte la richiesta soprattutto da Stati Uniti, Inghilterra, Germania ed Emirati Arabi. La forchetta di prezzo era stata indicata in un range tra 1,8 e 2,2 euro per azione.
È stato invece fissato in 8 euro il prezzo di offerta delle azioni di Banca Generali, polo del Leone di Trieste operante nella distribuzione integrata di prodotti e servizi bancari, finanziari e assicurativi. L'offerta, conclusa anche in questo caso il 10 novembre, ha registrato una domanda da parte di investitori italiani e internazionali pari a circa dieci volte la quantità offerta. Per quanto riguarda il pubblico, la richiesta è stata di 8,5 volte l'offerta. Sulla base del prezzo d'offerta la capitalizzazione di Borsa di Banca Generali sarà di circa 891 milioni di euro.
Banca Generali aveva ricevuto, in data 23 ottobre, da Borsa Italiana l’ammissione delle proprie azioni ordinarie sul mercato telematico, ed in data 25 ottobre, da Consob, il nulla osta alla pubblicazione del prospetto informativo e di quotazione relativo all’ Offerta Pubblica Globale di vendita.