Poltrone e divani che si trasformano

Con un semplice gesto possono assumere configurazioni diverse

Albino Boffi

Roberto Recalcati, industriale alla cui azienda si rivolgevano da sempre le più importanti e qualificate ditte di design perché studiasse e realizzasse per loro quei meccanismi di movimento per poltrone e divani che, in una collezione di prestigio, non potevano più essere trascurati, ha voluto usare questa esperienza tecnica per creare un proprio marchio: "Futura", dandogli un'impronta di alta qualità non solo tecnologica ma anche culturale. I prodotti sono così dei trasformabili, cioè da un singolo elemento di partenza, con semplici movimenti manuali, si possono ottenere due, tre, anche cinque varianti e ognuna ne muta l'aspetto, ma soprattutto ne cambia l'uso. Questa trasformabilità, pensata per un habitat mutevole in sintonia con i moderni stili di vita, crea in fondo un vero e proprio "arredo in movimento". E Recalcati ha chiamato a disegnare per Futura un gruppo ra i maggiori designer del settore, fra i quali Carlo Forcolini e Cini Boeri, con creazioni che lanciano un messaggio tecnico-culturale davvero unico nel suo genere. Ecco ad esempio "Volage", un divano composto da due elementi poltrona con schienali reclinabili a più posizioni di relax. Gli elementi poltrona sono indipendenti e ruotano sulla base a 360°, possono assumere posizioni direzionali diverse l'una dall'altra e sono sempre orientabili in tutte le direzioni, orizzontali, verticali e diagonali. Possono essere vis-à-vis, o una seduta in avanti ed una indietro, distanti una dall'altra. La base può essere laccata o in essenza. Rivestimento sempre sfoderabile. Per informazioni tel. 0362.838030.