Per un pomeriggio la «Belle Époque» torna in Spianata

Per un giorno il belvedere più suggestivo di Genova ritornerà indietro nel tempo. Per la precisione, a cent’anni fa, in piena atmosfera Liberty. Merito dell’annuale manifestazione «Spianata in Belle Époque», in programma domani. In vista del centenario della costruzione dell’ascensore cantato da Caproni (previsto nel 2009), domani dalle 15 alle 18, sulla celebre Spianata, si alterneranno animazioni teatrali con figuranti in costume e intermezzi musicali, con brani e arie rigorosamente d’epoca. L’iniziativa, organizzata dall’associazione «Amici di Castelletto», dall’unità di ricerca storica «La meladivetro» e dall’associazione culturale «Gruppo Città di Genova», vede il patrocinio della Circoscrizione Centro Est e la collaborazione di Banca Intesa San Paolo e degli operatori della Spianata.
«Questa manifestazione ci riporta indietro di cento anni - spiega Gualtiero Schiaffino, presidente dell’associazione Amici di Castelletto - Vuole rappresentare il ritorno intelligente non al bel tempo che fu, bensì a un uso migliore degli spazi urbani. Che devono servire sopratutto per passeggiare, chiacchierare a giocare».