Un pomeriggio di follia: una rapina poi le botte alla ragazza e agli agenti

Ha rapinato il supermercato sotto casa, ha pestato a sangue la compagna e, infine, armato di coltello, ha opposto una strenua resistenza ai carabinieri che lo stavano arrestando. Tutto è accaduto in via delle Grotte di Gregna. Protagonista un 26enne romano pluripregiudicato che, al culmine di una discussione con la convivente per motivi di gelosia, ha iniziato a picchiarla selvaggiamente. Le urla della donna hanno richiamato l’intervento delle forze dell’ordine che, una volta sul posto, hanno faticato a lungo per bloccare il pregiudicato. L’uomo prima di essere immobilizzato è riuscito a ferire i militari con un coltello, in modo superficiale. Poco prima, aveva rapinato anche un supermercato. L’uomo è stato così arrestato con le accuse di rapina, lesioni personali, resistenza e violenza a pubblico ufficiale. La donna è stata soccorsa all’ospedale «Sandro Pertini». È giudicata guaribile in 30 giorni.