A ponente nasce «la via del podista»

«Corri che ti passa» sembra essere il consiglio uscito dalla presentazione da parte dell'Uisp Genova de «La Riviera del podista», il nuovo progetto, turistico e sportivo, per la valorizzazione del percorso litoraneo pedonale compreso tra Voltri e Varazze. Sedici suggestivi chilometri immersi in uno dei tratti più caratteristici e suggestivi della Riviera ligure di ponente, quattro comuni interessati (Genova, Arenzano, Cogoleto e Varazze), ed un omogeneità del percorso tale da renderlo fruibile a tutti, dal corridore professionista all'anziano camminatore. «In qualità di presidente del municipio genovese che ospita il via di questo percorso, non posso che essere orgoglioso e soddisfatto per l’iniziativa - ha commentato Mauro Avvenente, presidente del Municipio Ponente -. Oggi lungo il tragitto c'è un tratto in galleria, all'altezza di Vesima, e in futuro vorrei che si riuscisse a renderlo completamento costiero. Sarebbe bello poi, riuscire a collegare Voltri con il lungomare di Pegli, passando per la fascia di rispetto, in modo da allungare il percorso e magari riuscire ad organizzare una affascinante maratona di Genova, ad oggi solo utopica». La sensazione, quindi, è che l'organizzazione della Riviera del podista non sia un punto di arrivo, ma bensì un punto di partenza per la valorizzazione di un tratto di costa ligure trascurato nel secolo scorso e rivalutato a partire dal 2006 con l'inaugurazione del lungomare (strappato alla vecchia linea ferroviaria) tra Arenzano e Cogoleto, intitolato a Fabrizio De André.
Tornando al percorso podistico vero e proprio, il responsabile delle Leghe e aree di attività del Comitato Uisp Genova, Tommaso Bisio, ha voluto rimarcare alcuni aspetti tecnici non sottovalutabili. «Intanto mi preme sottolineare che tutto il percorso è messo in sicurezza, infatti si corre su marciapiedi protetti senza mai incontrare il traffico della strada - ha spiegato - Per tutti coloro che vengono da fuori c'è la possibilità di usare degli spogliatoi messi a disposizione dalle varie società lungo il percorso (Piscina Comunale di Voltri, Bocciofila di Arenzano, Campi di atletica di Cogoleto e di Varazze, ndr), mentre a breve provvederemo all'installazione di segnaletica, per indicare distanze e direzioni, fontanelle e aree per fare ginnastica: una palestra all'aperto». A rendere ancora più affascinante la Riviera del podista saranno poi, oltre alle tabelle di allenamento preparate dalla rivista «Correre» e fruibili da internet (al sito www.uisp.it/genova) tutte le iniziative e le manifestazioni organizzate dalle varie società sportive durante l'anno e consultabili anch'esse sul portale internet della sezione genovese della Uisp. Si tratta di attività rivolte ai corridori veri e propri, amatori, ma anche a persone adulte ed anziane che vogliono approcciarsi al percorso solamente per una camminata salutare.
In conclusione è doveroso ricordare come il 2011 della Riviera del podista inizierà con il botto, grazie ad un appuntamento di quelli da non perdere. Martedì 22 febbraio, infatti, sarà possibile correre fianco a fianco con Gelindo Bordin, maratoneta medaglia d'oro alle Olimpiadi di Seoul 1988.