Ponte a New York? No, 26 ore a Malpensa

Un «ponte dell’Immacolata» piuttosto originale quello dei passeggeri del volo Delta Airlines diretto a New York. Anziché fare acquisti nei mega store della Grande mela e passeggiare a Central park, in 300 si sono trovati inchiodati per oltre un giorno a Malpensa. Erano pronti a partire da Malpensa per gli Usa sabato mattina alle 11.30 ma per 26 ore, hanno atteso inutilmente di imbarcarsi. Il volo era stato annullato e nessuno di loro era stato avvisato.
«Siamo saliti sull’aereo - ha raccontato uno dei passeggeri - ma dopo poco siamo stati invitati a scendere a causa di un disguido tecnico. Ci hanno riportato in aeroporto - ha aggiunto - e ci hanno offerto un ticket per il pranzo e poi di passare la notte in un albergo vicino a Malpensa». L’invito era a ripresentarsi all’aeroporto alle 7 del mattino del giorno successivo per un ipotetico imbarco alle 10. Nuovamente imbarcati sull’aereo intorno alle 9.30, «siamo stati fatti scendere - spiega ancora il portavoce dei passeggeri - e alle 12.30 è stato comunicato che non si avevano ancora notizie riguardo la partenza». «Ora - ha aggiunto riassumendo lo stato dell’arte di ieri pomeriggio - il volo è stato cancellato. Alcuni viaggiatori sono ancora qua. Altri, con bambini, hanno abbandonato. C’è chi si è fatto cambiare il biglietto, c’è chi cercherà di raggiungere New York facendo scalo in altre città». Delta Airlines ha confermato la cancellazione del volo.