Ponte di Pasqua: la sorpresa è la pioggia

da Milano

Sorprese «variabili» sul ponte di Pasqua. Il sole si alternerà alle nuvole e le nuvole si alterneranno alla pioggia. Unica costante: le temperature rimarranno in linea con la media stagionale. Insomma, non farà certo freddo, ma sarà meglio non dimenticarsi l’ombrello. È questa la previsione meteo che più sta a cuore ai 15 milioni di italiani in partenza, a cui se ne aggiungeranno almeno altri 5 milioni per i «ponti» ravvicinati del 25 aprile e del 1° maggio. Secondo Telefono Blu che ha fornito i dati, la meta preferita dagli italiani è la Riviera Romagnola, seguita dalla Campania con le isole di Capri e Ischia dove ieri si sono registrate lunghe file all’imbarco dei traghetti.
Complessivamente - secondo l'osservatorio di Telefono Blu - gli italiani spenderanno 1,7 miliardi di euro per i viaggi. In crescita le presenze nei musei e il turismo religioso, tengono l'agriturismo e la collina. Ma la parte del leone la faranno i parchi divertimento e le discoteche: oltre un migliaio hanno già organizzato serate per accogliere non meno di un milione di giovani. Due milioni avranno come meta i parchi giochi come Gardaland, Mirabilandia e Oltremare, concentrati soprattutto sul lago di Garda, in Romagna e in Toscana. Con l'inizio della bella stagione, poi, riprende quota anche il turismo all'aria aperta: i 178.000 camper e i 370.000 caravan circolanti porteranno in giro per l'Italia oltre mezzo milione di famiglie. Per quanto riguarda le mete preferite degli italiani in vacanza a Pasqua, la Riviera Romagnola sfiorerà il numero di 700.000 turisti, seguita dalla Campania con le isole Capri e Ischia (sono 20.000 gli accessi giornalieri dai porti di Napoli e di Pozzuoli), dal Veneto con il lago di Garda e Venezia, dalla Toscana con l'isola d'Elba e Firenze, e dalla Sicilia. Per la montagna, il Trentino e l'Alto Adige in testa, a seguire la Valle d'Aosta, la Lombardia, il Piemonte, il Veneto e, per l'Appennino, l'Abruzzo in forte crescita e il Tosco-Emiliano. Dei 15 milioni di italiani in viaggio, hanno scelto destinazioni all'estero oltre 3 milioni, soprattutto verso le capitali europee e i Paesi confinanti; poi il Mediterraneo, e Caraibi, l'Oceania, il Nord America, l'Estremo Oriente. In casa di parenti e amici si recherà il 33%, in albergo il 27%, nella seconda casa di proprietà il 18%. Il 70% si muoverà in auto con oltre 14 milioni di persone per 9 milioni di veicoli, il 19% sceglierà il treno (2,5 milioni) e il 9% l'aereo (quasi 1,4 milioni fra nazionali ed internazionali). In 500.000, infine, utilizzeranno i traghetti. Negli aeroporti milanesi di Linate e Malpensa transiteranno oltre 100.000 passeggeri, in quello romano di Fiumicino intorno ai 90.000 e oltre 20.000 a Bologna. Infine, sui treni, tutto esaurito per le festività di Pasqua e del 25 aprile: persino le prenotazioni sono state chiuse.