Il ponte di Sant'Ambrogio "vale" circa 36 milioni di euro

Indagine della Camera di commercio. Un milanese su dieci pronto per gli acquisti tra regali e addobbi.
Spesa attesa: in media 32 euro a testa. Uno su sei andrà alla fiera degli <em>Oh bej Oh bej</em>, uno su cinque farà l’albero. E il 5,6% è in viaggio<br />

Sant’Ambrogio da quasi 36 milioni per i milanesi, prove generali del Natale tra chi ne approfitta per decorare albero e presepe e chi si dedica allo shopping e acquista i regali. Per il ponte di Sant’Ambrogio, il 17,6% dei milanesi si recherà alla fiera degli Oh bej Oh bej o ai mercatini di Natale, il 3,4% si dedicherà allo shopping natalizio e il 4,5% ad allestire per le feste la casa. E se il 7,1% approfitterà della festa per dedicarsi alla famiglia, quasi la metà dei milanesi dichiara di non avere in progetto nulla di particolare (48,7%).Sono dati che emergono da una ricerca della Camera di commercio.

Quest’anno, poi, chi sceglierà di acquistare i regali nei mercatini ambulanti, in oltre sei casi su dieci sarà servito da uno straniero. Sono circa 2.900 le imprese del commercio ambulante e itinerante a Milano, il 34,6% delle attività è di titolari italiani, il 65,4 % è straniero.

La spesa Grazie anche a Sant’Ambrogio, il Natale è particolarmente sentito a Milano, circa un milanese su dieci inizia infatti gli acquisti per regali e addobbi nel periodo del ponte (9,9%). In media, i milanesi prevedono di spendere in questi giorni 32 euro a testa, per un indotto di quasi 36 milioni di euro.

In viaggio Complice quest’anno il ponte particolarmente lungo, il 5,6% dei milanesi è in viaggio con destinazione il Belpaese mentre sono 13mila milanesi che hanno scelto l’estero. Secondo le agenzie di viaggi sono le capitali europee le principali mete: da Vienna a Madrid, da Berlino a Londra oppure Parigi. Un viaggiatore su due infatti ha prenotato un pacchetto per una grande città continentale, Italia e Stati Uniti seguono a grande distanza, preferite entrambe da un viaggiatore su 7. Bene anche la montagna, per il 10% dei viaggiatori in agenzia viaggi è la scelta prevalente. In generale la vacanza più acquistata in questo periodo ha come meta una città d’arte (3 viaggiatori su 4), per una permanenza di circa 3 giorni e una spesa media che si attesta attorno ai 500 euro. A viaggiare sono soprattutto le coppie, seguite dalle famiglie. La crisi non ha particolarmente influito sul dato 2010, sia il numero di prenotazioni che la spesa sono infatti nella maggior parte dei casi rimasti invariati da un anno all’altro, considerando lo stesso periodo. I dati emergono da un’elaborazione su dati del registro imprese a dicembre 2010, da un’indagine della Camera di commercio di Milano attraverso Digicamere con metodo Cati su 267 milanesi a dicembre 2010 e da una rilevazione a dicembre 2010 tra i gestori di agenzie di viaggi.

Sangalli "Sant’Ambrogio - ha dichiarato Carlo Sangalli, presidente della Camera di commercio di Milano - è un momento importante di festa per Milano, di aggregazione e ritrovo in una appartenenza condivisa per tutti i milanesi che amano la loro città. Una festa prima di tutto religiosa e delle famiglie e anche un’occasione per il rilancio dei consumi nelle prossime feste che, per le piccole imprese diffuse e per i negozi di vicinato, segnano l’andamento complessivo di tutto l’anno. Ecco perché bisogna partecipare all’insegna dell’ottimismo e festeggiare in preparazione al Natale".