Poole: non vedo recessione negli Stati Uniti

da Milano

La Fed rassicura i mercati: non si prospetta all’orizzonte una fase di recessione per l’economia Usa. Lo ha detto ieri il presidente della Federal Reserve di St. Louis, William Poole, che da quest’anno è membro votante del comitato di politica monetaria della Fed.
«Io e, credo, la maggior parte dei previsori sia nel governo che fuori, non vediamo una recessione all’orizzonte» ha detto, intervenendo a una conferenza a Santiago del Cile. Poole ha aggiunto che neanche i mercati scontano la prospettiva di una recessione, e ha precisato che la Federal Reserve non dovrebbe reagire con una manovra di politica monetaria a un calo dei mercati azionari come quello della scorsa settimana. Secondo Poole, un’inflazione bassa deve essere il primo obiettivo della banca centrale, aggiungendo che proprio questo ha aiutato l'economia Usa a reagire al raffreddamento del mercato immobiliare. «Dubito che il nostro sistema finanziario o l’economia mostrerebbero una tale resistenza se l'inflazione non fosse bassa e stabile» ha concluso il presidente della Federal Reserve di St. Louis.
E oggi il mercato attende l’intervento del presidente della Federal Reserve, Ben Bernanke, che, nei giorni scorsi, si era assunto il compito di ribaltare in senso positivo lo scenario di possibile recessione per fine 2007 descritto dall’ex numero uno della Banca centrale, Alan Greenspan.