Pop Etruria, più profitti

Nel 2005 raggiunge quota 29,2 milioni l’utile netto di Banca popolare dell’Etruria per una crescita del 25,1 per cento. I risultati di bilancio sono stati approvati ieri dal consiglio di amministrazione del gruppo di Arezzo: il margine di interesse è stato pari a 162,9 milioni, mentre il margine di intermediazione è cresciuto a 272,9 milioni. Numeri che hanno permesso al vertice di Popolare Etruria di proporre ai soci un dividendo di 0,22 euro per azione. Il pay put tocca così il 31%, con una crescita di due punti percentuali.