Pop Lodi, Fiorani e altri 23 rinviati a giudizio

Ieri, in tribunale a Lodi, il pm Alessandra Simion ha formalmente confermato la richiesta di rinvio a giudizio per l'ipotesi di falso in bilancio negli esercizi 2003 e 2004 della Banca Popolare di Lodi per tutti e 24 gli indagati. Tra loro anche Gianpiero Fiorani, Giovanni Benevento e Luca Barilla, all'epoca, rispettivamente, amministratore delegato, presidente e consigliere d'amministrazione per un breve periodo. Sette tra gli indagati hanno già chiesto il patteggiamento ma il numero è destinato a salire mentre, stando alle accuse, i bilanci in questione sarebbero stati «gonfiati» di 123 milioni per il 2003 e di 168 per il 2004, con perdite mascherate per 200 milioni. Sempre ieri, il gup Andrea Pirola ha ammesso la costituzione di parte civile per i nove azionisti che ne hanno fatto richiesta sui 60mila della vecchia Bpl.