Pop Vicenza, Gronchi sarà l’«ad»

da Milano

Da ieri il passaggio di Divo Gronchi dalla presidenza del cdg del Banco Popolare alla direzione della Banca Popolare di Vicenza è ufficiale. Gronchi sarà affiancato dal condirettore generale ed attuale direttore ad interim Samuele Sorato. Il tutto in attesa che, con la prossima assemblea prevista in primavera, Gronchi (che aveva già ricoperto il ruolo di direttore generale della Bpvi dal 2001 al 2005) entri nel consiglio di amministrazione ed assuma l’incarico di consigliere delegato dell’istituto, lasciando a Sorato quello di direttore generale. Viene così completato il vertice dell’esecutivo della banca.
Il presidente Gianni Zonin ha dichiarato in una nota che il ritorno di Gronchi a Vicenza «evidenzia il rapporto straordinario che lo ha legato al nostro gruppo e la stima di cui è circondato da parte dell’amministrazione della capogruppo. Riprendiamo insieme il cammino, impegnati a raggiungere traguardi importanti per il futuro della Bpvi. Tra l’altro la presenza del dottor Gronchi nel Gruppo Bpvi diventerà a breve ancora più incisiva: con fine d’anno infatti lascerò la presidenza di Cariprato che attualmente ricopro, e sarà Gronchi ad essere chiamato a presiedere la nostra controllata toscana».
Gronchi ha ribadito quanto già anticipato in un’intervista di ieri al Giornale: «Terminata la parentesi di Lodi, torno con gli amici di Vicenza, dove ho sempre avuto relazioni ottime sia con il presidente Zonin, sia con il consiglio, sia con il management della banca».