Popolare Italiana nessuna fusione a breve

Il Cda di Bpi riunito ieri ha deciso di riconvocarsi sabato 29 luglio, dopo l'assemblea per la fusione delle controllate, per fare il punto sulle richieste di aggregazione giunte nelle ultime settimane da parte di altri istituti bancari italiani e stranieri. In vista non ci sono operazioni a breve. La riunione sarà piuttosto, secondo fonti finanziarie l'occasione per l'amministratore delegato Divo Gronchi di relazionare i consiglieri. In particolare i rumors di Borsa hanno accreditato la Popolare di Milano come la principale candidata a una aggregazione con Bpi, ma approcci informali sarebbero giunti anche da altre Popolari italiane e da istituti stranieri. La linea dei vertici della ex Lodi rimarrebbe comunque quella di chiudere la fase di ristrutturazione finanziaria e di riorganizzazione societaria per poi iniziare eventuali trattative. I tempi sarebbero così quelli dell'autunno 2006 o dell'inizio del 2007.