Popolare Vicenza «prenota» il 12% di Cattolica

L’intesa prevede uno scambio di partecipazioni e un aumento riservato ai soci della compagnia

da Milano

Gianni Zonin «prenota» il 12% di Cattolica Assicurazioni a suggello di un nuovo asse industriale tra Banca Popolare di Vicenza e Cattolica Assicurazioni. L’operazione rafforza l’espansione di Cattolica aggiungendo un altro tassello al mosaico di alleanze poste in questi anni dall’amministratore delegato Ezio Paolo Reggia prima del fallito matrimonio con Bpvn.
Con quest’ultima rimangono alcune attività in comune ma Cattolica, che è gia legata a doppio filo anche con Banca Lombarda, allarga ora il raggio d’azione agli sportelli di Popolare di Vicenza. Grazie a un ampio accordo che abbraccia il business assicurativo, quello bancario e quello finanziario su cui è stata costruita una partnership quinquennale, rinnovata automaticamente per altri cinque anni. Un progetto complesso da realizzare mettendo a fattor comune, anche mediante acquisizione e scambio di partecipazioni, le rispettive competenze nel settore vita e previdenziale, nel ramo danni, nei servizi di asset management per clientela istituzionale e privata e nel collocamento di prodotti bancari. Annunciato ieri il protocollo d’intesa, l’appuntamento è il 15 marzo per la firma definitiva dell’alleanza che è subordinata all’approvazione dei soci Cattolica Assicurazioni. A questi ultimi sarà infatti proposto un aumento di capitale in due tranche riservato a Popolare Vicenza: la prima, a 44,87 euro per azione per un totale di 185 milioni, darà a Popolare Vicenza l’8% di Cattolica post aumento; la seconda sottoscrivibile dal luglio 2010 un ulteriore 4%. In dettaglio Cattolica avrà il 50% dell’attività bancassicurativa vicentina (Berica Vita e Vicenza Life) mentre nei danni cederà il 50% di Abc Assicura alla banca. Nei servizi di asset management per clientela istituzionale e privata, Cattolica e Vicenza procederanno alla fusione tra Verona Gestioni Sgr e B.P.VI Fondi sgr. Prevista infine una newco per il collocamento sull’intera rete di agenzie del gruppo veronese di prodotti bancari.