Popolari, Benvenuto cambia il «tetto»

Tetto alle partecipazioni azionarie tra lo 0,5% e il 3% (0,5% il limite attuale) e quorum ridotti in assemblea per la trasformazione in società per azione. Sono queste le novità principali della bozza di riforma delle banche popolari elaborata dal presidente della commissione Finanze del Senato e relatore del provvedimento, Giorgio Benvenuto: gli investitori istituzionali e i fondi pensione potranno spingersi fino al 5 per cento. Ma l’opposizione annuncia già battaglia. Come da attese, invece, la bozza Benvenuto non tocca il voto capitario, in base a cui ogni azionista esprime un voto indipendentemente dalle quote detenute.