Il popolo anti-Dico si prepara a scendere in piazza

"Speriamo
di riempire piazza San Giovanni il 12 maggio per il family day". L'auspicio è del
presidente del Forum delle famiglie Giovanni Giacobbe, a conclusione del summit
delle associazioni familiari che ha stabilito il family day il 12 maggio a Roma

Roma - «Speriamo di riempire piazza San Giovanni il 12 maggio per il family day». L'auspicio è del presidente del Forum delle famiglie Giovanni Giacobbe, a conclusione del summit delle associazioni familiari che ha stabilito il family day il 12 maggio a San Giovanni. «La nostra sarà una manifestazione laica di promozione della famiglia - ha scandito Giacobbe, auspicando la presenza di almeno 100mila persone in piazza - il manifesto che abbiamo approvato oggi sulla famiglia ha dei richiami espliciti agli articoli 29, 30 e 31 della Costituzione e la nostra posizione è una posizione laica di ancoraggio alla Costituzione». Per il presidente del Forum delle associazioni familiari «non si tratta di una manifestazione spettacolare, ma di una occasione per chiedere politiche a sostegno della famiglia».

Giacobbe precisa inoltre che «il family day non è una risposta né alla manifestazione gay di piazza Farnese e nemmeno al ddl sui Dico. La famiglia - ha aggiunto - è una e una soltanto ed è un valore universale». Alla domanda se il family day è stato incoraggiato anche dal Vaticano, Giacobbe ha risposto: «Non c'è nessun intervento diretto ma siamo lieti se la nostra azione incontrerà l'appoggio anche del Papa». Infine il presidente del Forum ha escluso la partecipazione di vescovi e in questo ha sottolineato che si tratta di una «manifestazione diversa da quella avvenuta in Spagna» perché «non è una questione politica, il Governo non c'entra nulla; la nostra azione - ha concluso - propone la difesa della famiglia».