Il popolo di Forza Italia sceglie i suoi vertici

«Sabato 27 ottobre Forza Italia a Roma celebrerà i suoi 19 congressi municipali, che partiranno tutti insieme, contemporaneamente, alle 9 per concludersi con le operazioni di voto alle 21. Sarà un’altra grande prova di libertà e di democrazia, che coinvolgerà migliaia di iscritti, donne e uomini, ragazze e ragazzi, che hanno la nostra tessera in tasca, dimostrando un forte attaccamento ai valori di FI e ai suoi programmi per la Città». È questa la convinzione di Francesco Giro, deputato e commissario romano di Forza Italia. Nel corso dei congressi municipali gli iscritti di FI saranno chiamati a eleggere oltre al nuovo coordinatore municipale e ai 6 componenti del direttivo locale, anche i dodici membri del nuovo direttivo romano, da scegliere fra i 20 candidati eletti dalle primarie del 16 giugno quando a Roma circa 50mila cittadini romani diedero vita ad una straordinaria mobilitazione ai nostri gazebo e ai punti firma organizzati in molti punti della città. Il direttivo romano sarà un organismo centrale nella guida del partito, oggi affidato ad un commissario politico, che ha dunque bisogno del contributo di chi esprime la volontà diretta degli iscritti. Fra i componenti del nuovo direttivo verranno scelti i due nuovi vice coordinatori romani che mi affiancheranno nel mio lavoro. I congressi municipali saranno anche l’occasione per votare un documento importante sul decentramento amministrativo che prevede tre pilastri: il riconoscimento della personalità giuridica dei Municipi, un nuovo Regolamento di contabilità, fermo al 1995, e la stesura di una nuova Delibera sul decentramento amministrativo, che superi quella del ’99. Il culmine della giornata congressuale sarà rappresentato dall’intervento telefonico di Berlusconi previsto nel pomeriggio, alle 18, alla sede di via Fulcieri Paulucci de’ Calboli a Prati.