Il popolo di Satana celebra i suoi riti sul litorale laziale

Esoterismo e magia nera. Il lato oscuro del litorale finisce in un’indagine top secret della magistratura. Un fascicolo aperto da tempo con informative segrete che parlano di riti a Capocotta, nella villa di Plinio, nella necropoli di Pianabella, a Malafede e nelle grotte di Gasparone dove gli adepti di Belzebù si aggirerebbero tranquilli qui. Messe nere anche a Pratica di Mare e all’Infernetto. Di fatti e misfatti avvenuti nelle ville seminascoste fra la campagna romana e la Cristoforo Colombo se ne parla dagli anni ’70. E c’è chi ha assistito alle riunioni di strane congreghe e altri che vi hanno preso parte come adepti.