«PoPPolino Party, sorprese per tutti»

Tanti ospiti a «Convergenze ’06». Domani riprende il teatro con due commedie

Sergio Rame

Storie della vita quotidiana: veloci ritratti di mondi umanissimi ritratti nelle loro debolezze e fragilità, ma intrisi di un indicibile affetto per il vivere. Ultime tre serate al Pim Spazio scenico per Convergenze ’06, rassegna teatrale che ha conquistato sin dalla prima serata il pubblico.
In cartellone questa sera il PoPPolino Party, festa a sorpresa dove gli invitati sono all’oscuro di tutto. «Abbiamo voluto realizzare una serata aperta a tutti - spiegano gli organizzatori della rassegna - e, per questo motivo, abbiamo lasciato tutto il palco libero per festeggiare Convergenze e la prima stagione del Pim». Una serata a ingresso libero, in cui si alterneranno buffet, musica e ospiti a sorpresa che proporranno brani di teatro, musica e danza. Da domani la rassegna riprenderà, poi, mettendo in scena due piéce davvero interessanti. Ad aprire la serata (ore 21) il lavoro di Renato Gabrielli, All’asta, diretto da Carlotta Origoni e interpretato da Fabrizio Pagella e Paola Campaner. Al centro della commedia c’è Ferdy, un presentatore televisivo che compra da Telenostra un’ora di trasmissione: in questo spazio, accompagnato dalla donna della sua vita, la valletta bulgara, cercherà di vendicarsi mettendosi all’asta come «tutto-fare» nelle case dei telespettatori. «Con questa proposta innocente, accompagnata dagli spot di una tv sempre più inquietante - spiega la regista -, il protagonista arriverà a vendersi come leader del paese e infine, nella sua delirante escalation, come nuovo dio». La serata continua con uno spettacolo di Giovanni Chiara, Secondo Maddalena, diretto da Marco Filatori e interpretato da Laura Negretti e Alessandro Baito: un salto nel passato per vivere un conflitto attualissimo. Marita di Magdala, detta Maddalena, prostituta Galilea, e Matteo, predicatore che sta scrivendo sulla vita di Cristo, si ritrovano fra diffidenze e incomprensioni: lei depositaria di verità, lui di certezze. Dai loro incontri emergono le schegge di un passato carico di illusioni, passato che Maddalena conosce e del quale Matteo ignora dettagli fondamentali.
La rassegna dello Spazio scenico (via Tertulliano 68, 02-5519.6240) chiuderà la sua programmazione venerdì sera con tre spettacoli. Dalle lotte generazionali della piéce di Noemi Serracini, Sognando l’ospizio, si passa alle tragicomiche volontà di Mario che, nello spettacolo di Francesco Ghiaccio e Carmen Giordano, Tutto a 1 euro, vuole morire con lo stomaco pieno. La serata terminerà con Futbol gang, una banda di ragazzini di strada, nati per caso e per essere cattivi, raccontati da Alessandro Bertollini e Davide Stecconi in una Roma di mezze baracche e case occupate.