Popstar nei guai Lo sceicco «tradito» vuole 7 milioni di dollari da Michael Jackson

Voleva rilanciare la carriera di Michael Jackson, e per questo spese una fortuna, salvo vedere il re del pop ignorare gli accordi e sentirsi «personalmente tradito»: lo ha detto all’Alta corte di Londra lo sceicco Abdulla bin Hamad Al Khalifa, figlio del re del Bahrein, che vuole 7 milioni di dollari da Jackson. Lo sceicco dice che Jackson firmò un contratto per incidere dischi, scrivere un’autobiografia e fare degli show. Le spese (7 milioni di dollari appunto) sarebbero state dedotte dalle royalties.