Pordenone Botte al disabile gay Denunciati in tre: «Eravamo annoiati»

Hanno aggredito un disabile gay, «per noia». Un’aggressione premeditata da tre adulti (due ventenni e un quarantenne) per «riempire» un venerdì sera in una città di provincia. È successo a Pordenone, il 23 gennaio scorso, in pieno centro, senza che nessuno intervenisse. Unico testimone un barista. All’arrivo degli agenti, dei tre aggressori non c’è traccia: servirà un mese e mezzo per identificarli e denunciarli. Il disabile gay, 30 anni, sotto choc,non vuole denunciare nessuno. Otto anni fa aveva subito un’altra aggressione, che lo ridusse in fin di vita. I tre aggressori ora sono stati denunciati per concorso in violenza privata aggravata. «Non sapevamo che cosa fare quel venerdì sera» - hanno raccontato agli agenti.