Porsche Conferma prestito da VW «Ma non siamo alla bancarotta»

La Porsche ha confermato ieri di aver preso a prestito 700 milioni di euro dalla Volkswagen, il gruppo che formalmente controlla al 51%. «Il credito ha valore fino a settembre» ha detto un portavoce della Porsche, secondo cui tuttavia il gruppo «non è sull’orlo del fallimento». Secondo Der Spiegel, Porsche ha ricevuto il prestito da Volkswagen a marzo, quando era in trattative serrate con un gruppo di banche per ricevere prestiti per 10 miliardi di euro. Il produttore di auto sportive alla fine è riuscito a ottenere il prestito, ma da allora sono emerse esigenze per altri 2,5 miliardi. Computando il prestito ricevuto da Volkswagen, «ora ci mancano altri 1,75 miliardi e stiamo negoziando con vari istituti fra cui Kfw», ha spiegato il portavoce. Porsche si è indebitata per oltre 9 miliardi per condurre in porto l’acquisto della quota di maggioranza di Volkswagen ma ha dovuto abbandonare il progetto di rilevarne l’intera proprietà. Martedì scorso i due gruppi automobilistici avevano dichiarato l’intenzione di procedere con la fusione, dopo che qualche giorno prima Volkswagen aveva annunciato di aver interrotto i colloqui con Porsche a causa di contrasti sull’organizzazione societaria. A Francoforte i titoli Porsche hanno perso ieri il 3,14% dopo essere scivolati di oltre il 6% durante la seduta.