Una porta da 900 metri: benvenuti in città

Si chiamerà «La Soglia Magica» e sarà la nuova porta di accesso alla città. Un’opera architettonica di 900 metri quadri, attraverso la quale Milano darà il benvenuto ai passeggeri che da Malpensa varcheranno i suoi confini. Il progetto, commissionato con un concorso internazionale da Sea, la società che gestisce gli aeroporti di Milano, collegherà l’aeroporto di Malpensa alla metropoli, e sarà collocato nello spazio compreso tra il terminal 1 e la stazione ferroviaria del Malpensa Express. I lavori sono iniziati in questi giorni, «e ci impegniamo a terminarli all’inizio di questa primavera», ha dichiarato il presidente di Sea Giuseppe Bonomi, accolto ieri all’Urban Center dall’assessore allo Sviluppo del territorio Carlo Masseroli, durante la presentazione dei progetti finalisti. Per la realizzazione dell’opera, infatti - per la quale è previsto un finanziamento statale di 1 milione e 700mila euro - era stato istituito un concorso nel 2009 che ha coinvolto architetti da tutto il mondo, selezionati da una giuria presieduta da Gianpietro Borghini, responsabile affari istituzionali di Sea, e composta da Sandrina Bandera, soprintendente per il Patrimonio storico della Lombardia, dagli architetti Mario Bellini e Gregorio Caccia Dominioni e dallo scultore Arnaldo Pomodoro. A spuntarla, tra le 81 proposte, è stata l’opera «La Soglia Magica» ideata dall’architetto Pierluigi Nicolin, coordinatore di un team di progettisti (Giuseppe Marinoni, Sonia Calzoni, Giuliana Di Gregorio) in collaborazione con l’artista Alberto Garutti. Si tratta di un «varco luminoso», ottenuto grazie a un sofisticato impianto di nebulizzazione dell’acqua, che permette di catturare in forme, colori e geometrie la luce naturale (di giorno) e artificiale (di notte), mentre un sistema di illuminazione a pavimento ricrea l’effetto di luci delle vie di rullaggio dell’aeroporto. All’esterno, un’area erbosa e due boschetti di betulle a lato saranno visibili dalla quota degli arrivi. «Un’opera – ha spiegato Bonomi – che oltre ad avere un alto valore estetico che coniuga ambiente, architettura e design, potrà diventare a sua volta una location di mostre e attività culturali». La mostra del progetto vincitore e dei sette finalisti sarà aperta al pubblico da domani al 25 ottobre all’Urban Center di Galleria Vittorio Emanuele II.