Porta bloccata, il sindaco diventa «scassinatore»

Dopo l'agognata «liberazione» tante calorose strette di mano al sindaco, che una volta tanto, a fin di bene, ha vestito i panni dello scassinatore. Già, perché Carlo Stelluti, primo cittadino di Bollate, pur di liberare alcune decine di persone rimaste intrappolate all'interno di un locale pubblico, dove si stava svolgendo una delicata e importante riunione, non ci ha pensato due volte a metter mano a scalpello e grimaldello per far saltare una robusta serratura, che aveva chiuso tutti nella medesima «prigione». È successo nei giorni scorsi alla Camera del Lavoro di via Veneto di Bollate. Prima della conclusione di una riunione qualcuno uscendo si è chiuso energicamente il portoncino alle spalle, danneggiando la serratura rimasta così irrimediabilmente bloccata. Terminati i lavori, è arrivata la sorpresa: dal saloncino era impossibile uscire. A questo punto Stelluti non s'è perso d'animo e con incredibile abilità ha avuto la meglio sulla serratura.