Porta chiusa a Hera Forse addio a Delmi

Enìa

Enìa prevede l'ipo nella prossima primavera. «Ci stiamo predisponendo per arrivare entro fine primavera in Borsa - ha spiegato all'agenzia Radiocor il sindaco di Piacenza, Roberto Reggi, - e sarà di pertinenza dei nostri consulenti (Mediobanca e Sanpaolo Imi, ndr) decidere la quota di capitale che verrà collocata». Su possibili aggregazioni con altre utilities, Reggi ha affermato che Enìa ha contatti con diverse realtà «da Asm a Iride», mentre ha definito «irricevibile» la proposta di Hera che prevedeva l'incorporazione di Enìa. La società è anche azionista con il 15% in Delmi, la holding che controlla il gruppo Edison: «Ancora ad oggi non si è prodotto un vantaggio significativo da questa aggregazione - ha affermato Reggi - Qualora ricevessimo una proposta vantaggiosa potremmo decidere di uscire da Delmi e investire il ricavato in altre opportunità strategiche per noi. Ma continuiamo ad auspicare che l'aggregazione diventi strategica».