La porta nel bosco, l’ammazza e fa harakiri

Dose letale
Marcelletti stroncato

dal cardiotonico
È morto per insufficienza cardiocircolatoria acuta il cardiochirurgo Carlo Marcelletti. È una delle prime risposte fornite dall’autopsia eseguita dall’esperto nominato dalla procura. Stando a quanto si è appreso, Marcelletti avrebbe assunto una dose massiccia di «Digitale», il farmaco utilizzato per la stabilizzazione del ritmo cardiaco, e questo potrebbe averlo ucciso. Ora si attendono i risultati degli esami tossicologici: saranno consegnati al magistrato entro 40 giorni. Lunedì si celebreranno i funerali.
Giallo di Perugia
I piedi «accusano» Amanda e Lele
Un’impronta di scarpa di Rudy Guede dove venne trovata morta Meredith Kercher, quelle dei piedi attribuite a Raffaele Sollecito e ad Amanda Knox sul corridoio della casa del delitto, in una camera e in un bagno: sono gli elementi scientifici che l’accusa ieri ha portato nel processo ai due ex fidanzati accusati dell’omicidio di Meredith Kercher. «Certezze» per il legale della famiglia della vittima mentre Sollecito ribatte: «Quelle impronte non sono mie e lo dimostreremo».
Campione evasore
Rossi «patteggia»

ma niente carcere
Valentino Rossi chiede il patteggiamento a sei mesi di reclusione per omessa e parziale dichiarazione dei redditi per il periodo 2001-2006. Il pm Valeria Cigliola - secondo quanto ha riferito ieri «il Resto del Carlino» - ha accolto la richiesta presentata dal legale del campione, ma non nella parte in cui si chiede la conversione in pena pecuniaria. Il dottor Rossi, però, non finirà in carcere: per lui ci sarà la condizionale e la non menzione sul casellario giudiziario.