A Porta Romana l’Atm fa spazio alle terme milanesi

Come riuscire a isolarsi in pieno centro metropolitano grazie a bagni turchi e saune, sala del ghiaccio e sala del fuoco

È una dimensione parallela quella che si nasconde nel cuore di Milano, a ridosso delle cinquecentesche mura spagnole di Porta Romana, dove l’incrociarsi caotico di auto e tram, l’affannarsi della gente che passa, lo smog, i clacson impazziti, perdono consistenza e si trasformano nell’eco di qualcosa di irreale. Il «luogo del miracolo», dove tempo e spazio vengono sospesi tra vapori, profumi e acque rigeneranti mentre, a pochi passi, la città brulica di frenesia e rumore, è il nuovo centro benessere recentemente aperto in città: TermeMilano. Lo stabilimento è gestito dall’omonima società, la stessa che amministra i Bagni di Bormio in Valtellina e le Terme di Pré Saint Didier in val d’Aosta e che, per questa nuova iniziativa, ha avuto in affitto i locali da Atm, proprietaria degli immobili.
L’impressione di entrare in un altro mondo si ha fin da subito, arrivando davanti alla palazzina in stile Liberty che ospita TermeMilano: portone in ferro battuto e mosaici dai soggetti floreali accolgono i visitatori per introdurli a un percorso fatto di benessere e relax. Un percorso che ciascuno, dopo avere prelevato accappatoio e ciabatte alla reception e avere indossato il costume da bagno, può modulare come preferisce, iniziando da una delle quattro sale per il rilassamento, immergendosi subito in bagni di acqua e vapore o abbandonandosi a un massaggio rigenerante.
Tutto in questo centro è fatto per distendere corpo e mente. Al piano interrato si possono trovare bagno turco e saune che, accanto ai benefici del vapore, sfruttano le proprietà rilassanti delle cromoterapia, una vasca per i fanghi e una zona «kneip», dove riattivare la circolazione seguendo un percorso in acqua lungo il quale si alternano acqua calda e fredda. La zona è completata da vasche e docce idromassaggio, suggestive cascate di acqua a 38 gradi per il massaggio cervicale e, vero piacere, lettini doccia sui quali sdraiarsi e godersi una ricostruttiva pioggia di acque termali.
Un percorso ideale per prepararsi alla zona massaggi dove, a breve, sarà possibile godere sia dei trattamenti tradizionali che di massaggi particolari, come quello shiatzu.
Ma l’apice del relax, in questo centro benessere, si raggiunge nelle sale adibite alla distensione e al riposo. Quattro in tutto, ciascuna dedicata a un elemento, coniugano cromoterapia e aromaterapia. E così nella Sala Terra si alternano i colori ocra, oro, rosso, mentre nella Sala Fuoco è possibile distendersi su enormi cuscini intorno a un camino acceso. Il tepore ci avvolge anche sui materassini ad acqua, riscaldati, della Sala Acqua: un mix seducente di calore, profumo e pareti azzurre. Infine, la Sala Aria, dove farsi dondolare su amache sotto un cielo di nuvole magrittiane.
Il percorso, per ora, si ferma qui. Ma entro gennaio, quando il centro sarà ufficialmente inaugurato, nella zona esterna e nell’edificio adiacente saranno allestite altre tre vasche idromassaggio, alcune saune e ulteriori sale relax. In più, per poter godere appieno dei benefici degli oltre trenta servizi disponibili alle TermeMilano, si potrà usufruire della consulenza di un maestro del benessere che condurrà gli ospiti alla scoperta delle tecniche di rilassamento attraverso esercizi e trattamenti per il corpo effettuati nelle saune o nel bagno vapore. Insomma, un ricco mondo di quiete e ristoro accessibile, tutto sommato, a poco prezzo: con 40 euro si possono utilizzare tutti i servizi, compreso un buffet con bevande e snack, oltre alla dotazione di accappatoio, asciugamano e ciabatte. Le TermeMilano sono aperte tutti i giorni dalle 10 alle 20. Quanto all’acqua, attualmente viene utilizzata quella disponibile nella rete idrica milanese, microfiltrata e quindi ionizzata. Le intenzioni, tuttavia, sono quelle di riuscire, entro un mese, a portare con autobotti le acque termali del Monte Bianco direttamente da Pré Saint Didier.