La porta della Samp tra Manninger e Ujikani

Il nuovo portiere della Sampdoria sarà «una soluzione di alto profilo» e per questo «preferiamo prenderci due o tre giorni in più per operare nel modo giusto». Pasquale Sensibile non toglie ancora i dubbi su quella che – in casa blucerchiata – sta assumendo sempre più i connotati di una telenovela. Ieri il d.s. doriano è salito a Moena per fare il punto sul mercato: «Conosciamo bene Frison e Rafael, ma non ci interessano. Manninger? La pista è viva».
L'austriaco della Juventus, nonostante i suoi 34 anni, resta dunque una delle opzioni. «Abbiamo parlato con la Samp nei giorni scorsi, ora la situazione è stazionaria. Sono in attesa che il ragazzo torni dalla tournee negli Stati Uniti con la Juve e all'inizio della prossima settimana ci riaggiorneremo», dice Franco Granello, il procuratore di Manninger.
E però le parole dell'altra sera del tecnico Atzori («Stiamo cercando un grande portiere che possa essere utile anche per il futuro») si erano sposate con quelle pronunciate solo pochi giorni fa da Edoardo Garrone, ed avevano lasciato pensare che in realtà il vero obiettivo restasse Ujkani. Al momento però la strada per l'albanese del Novara resta impraticabile. In lizza per la porta blucerchiata anche Puggioni della Reggina e, almeno teoricamente, pure Storari della Juventus, al centro di un derby di mercato col Genoa. Lo stesso Sensibile sottolinea comunque che la Samp «preferisce lavorare sotto traccia» sul fronte portiere.
«Sessione di mercato particolare, a movimentare le cose anche la cessione di Sirigu al Paris Saint Germain. Sono tante le squadre alla ricerca di un numero uno». Senza dimenticare che al momento la Samp può contare su quattro portieri (Da Costa, Padelli, Fiorillo e Tozzo). «Stanno lavorando benissimo, a dimostrazione che non è facile migliorare questa squadra anche in porta. Data la particolare specificità del ruolo non vogliamo sbagliare, non abbiamo fretta di acquistare tanto per farlo, ma abbiamo le idee chiare» dice Sensibile. Nessuna fretta, per carità, ma intanto domani (a Trento, ore 17) si gioca la terza amichevole stagionale, col Verona, ed il 14 agosto sarà già Coppa Italia, contro la vincente di Alessandria-Casertana.
Samp chiamata anche a parecchi tagli in rosa, soprattutto a centrocampo. «Il reparto più affollato – dice Sensibile - stiamo lavorando per alleggerirlo numericamente e magari assortirlo meglio con nuovi innesti, ma per questo tipo di operazioni non abbiamo alcuna fretta». Possibile la partenza di uno tra Sammarco e Tissone, per permettere l'arrivo di Missiroli o Rizzato dalla Reggina. A proposito, la Samp e gli amaranto al momento sarebbero ancora distanti per il difensore Costa. Ma l'affare dovrebbe comunque chiudersi nel giro di pochi giorni.
Sempre sul fronte uscite, per ora Pozzi (accostato al Chievo nelle ultime ore) non si muove. «Ci è stato chiesto in prestito gratuito, ma a queste condizioni l'attaccante non si muove», dice il d.s. blucerchiato, pur senza nominare direttamente i clivensi.
A proposito, proprio grazie ad eventuali disgrazie di Chievo e Atalanta nell'inchiesta calcio scommesse, i blucerchiati potrebbero ottenere qualche vantaggio. Ma la serie A, va detto, resta un miraggio. «Osserviamo gli sviluppi del processo sul calcioscommesse, ma restiamo ben concentrati sul pezzo. La società è vigile e valuterà se e come fare le proprie mosse nelle sedi opportune, ma da qui in avanti, insieme al mister dovremo lavorare sulla testa dei calciatori in modo da tenerli concentrati solo ed esclusivamente sul campionato di Serie B, un campionato che vogliamo vincere», chiosa Sensibile.