Il portafoglio è bipartisan

I soldi azzerano le differenze. Se non quelle sociali, almeno quelle politiche. E se da difendere sono non i cittadini ma le proprie tasche, non c’è destra o sinistra che tengano. Parola dei consiglieri del Comune di Roma, che all’unanimità dicono «no» alla decurtazione del 20% del loro gettone di presenza, prevista dalla finanziaria. La rivolta è bipartisan, e i capigruppo di Pdl e Pd, novelli gemelli alla Romolo e Remo, ricorrono agli stessi argomenti: negli ultimi tre anni, dicono, i rimborsi sono stati tagliati del 60 per cento, e poi essere consigliere a Roma non è come svolgere lo stesso ruolo in un paesino di montagna. Insomma, no, assolutamente no. Il portafoglio, specie quello di chi fa politica, non si tocca.