Il portavoce della famiglia: «Tesi ridicola»

da Lisbona

La tesi di un coinvolgimento di Kate McCann nella scomparsa della figlia Maddie è «completamente ridicola»: lo ha affermato oggi la portavoce della famiglia Mcann, Justine McGuinness.
In dichiarazioni alla Bbc riferite dal sito elettronico del quotidiano portoghese Journal de Noticias, McGuinness ha affermato che la polizia portoghese «crede di avere prove che dimostrino in qualche modo che è coinvolta nella morte della figlia: è una ipotesi completamente ridicola».
«Sono ipotesi ridicole - ha detto la portavoce -, Kate è devastata, ha fatto tutto il possibile per ritrovare la bambina». Intanto il padre della piccola Maddie ha ribadito sul suo blog che sua moglie, Kate, interrogata per più di 11 ore ieri dagli inquirenti portoghesi, è «totalmente innocente». Sul suo blog, che Gerry aggiorna regolarmente sul sito www.findmadeleine.com, il padre commenta così la giornata nel «126esimo giorno» dalla scomparsa della figlia, il 3 maggio scorso: «Tutti sanno che Kate è interrogata come testimone dalla polizia portoghese. Questa è solamente la seconda volta che Kate è interrogata, e anche se questa è stata una giornata lunga, che si è prolungata fino a dopo mezzanotte, è stata più breve del mio secondo interrogatorio durato 13 ore!».