Porte aperte ai clandestini: nuovo allarme sicurezza

In tema di immigrazione, il governo Prodi non perde tempo a segnare la svolta rispetto a quello precedente. Già a maggio il ministro Paolo Ferrero (foto) annuncia una maxi sanatoria per 480mila clandestini. La legge Bossi-Fini viene messa sotto accusa e sostituita con ricongiungimenti familiari più ampi, rimpatri meno rigidi, possibilità di ottenere la cittadinanza italiana dopo cinque anni anziché dieci e riconoscimento della cittadinanza per i figli degli immigrati nati in Italia. La sinistra radicale vuole chiudere i Cpt.