Porte aperte nei teatri per carpirne tutti i segreti

Un successo premiato col bis: dopo i 15mila spettatori del 2006, domenica 7 ottobre apriranno per l’intera giornata i foyer di 40 teatri cittadini accendendo le luci su 80 eventi (gratuiti o al costo simbolico di 2 euro a biglietto). Un trionfo annunciato, quello della giornata popolare del sipario, che rappresenta linfa vitale per tutto il mondo teatrale e che grazie alle sinergie di Agis Lazio, Siae e Comune di Roma, rilancia un cartellone festaiolo pensato per tutti. Per invogliare grandi e piccoli a sbirciare dietro le quinte del tempio del Sistina, Garinei annuncia che per domenica sono previste visite guidate allo storico bunker di Garinei & Giovannini, santuario dove vennero creati mille capolavori, e nel pomeriggio posti disponibili in galleria per assistere al musical Peter Pan. Spettacoli di prosa, danza, musica. Incontri con gli autori, prove aperte, show per bambini, esposizioni, concerti, e visite al Museo Teatrale del Burcardo (via del Sudario 44). Tutto dietro prenotazione. Su il sipario al Belli alle 10.30 con la proiezione del film Zio Vanjia di A. Salines. Un’ora più tardi al teatro dell’Angelo Dosto e Yevski presentano Revival, 16 anni di follie musicali. Show prima di colazione anche al Vittoria (Ala-Dino e il genio del Lampa-Dario) e al San Carlino (Favole e giochi con Pulcinella) mentre al teatro Italia all’ora dell’aperitivo l’Orchestra sinfonica abruzzese propone la Serenata in si bemolle maggiore K 361 di Mozart. All’Eliseo luci accese per Tosca che canta il suo omaggio a Gabriella Ferri, mentre al Quirino Maria Rosaria Omaggio è di scena con Diatriba d'amore contro un uomo seduto di Márquez. Tre sorelle di Checov all’Argentina regia di Massimo Castri, Finché mamma non ci separi di Diego Ruiz ai Satiri, L’appartamento è occupato di J.M. Chevret con Paola Gassman al Manzoni e Rumori fuori scena di Frayn al Vittoria sono alcune delle proposte pomeridiane.