Porte aperte per la «Squadra delle libertà»

«Forza Italia cerca candidati, ma non candidati qualsiasi. Sia chiaro: non avremmo problemi a completare le liste per le prossime amministrative, eppure preferiamo verificare in concreto la disponibilità dei cittadini a scendere in campo»: il coordinatore metropolitano Roberto Cassinelli mette subito in chiaro le ragioni e i termini dell’iniziativa - assolutamente originale - che si realizzerà a partire da subito. Si tratta, spiega in particolare Cassinelli, di aprire le porte a chiunque voglia aderire al progetto politico di Forza Italia proponendosi come candidato alle elezioni di primavera per il Comune, la Provincia, le nove circoscrizioni (che diventeranno «municipalità» con poteri più ampi). «Lanciamo questo invito - aggiunge l’avvocato chiamato a riorganizzare il partito - dopo aver constatato, anche in occasione della grande manifestazione del 2 dicembre a piazza San Giovanni, la volontà di partecipazione dei nostri simpatizzanti, di piccoli imprenditori, commercianti, artigiani, professionisti. Da Genova è partita per Roma una decina di pullman, oltre a molte persone che hanno viaggiato autonomamente in treno o in auto. Il messaggio è esplicito: c’è grande volontà di partecipazione in prima persona». L’occasione, adesso, sarà rispondere all’offerta (mettendosi in contatto col coordinamento metropolitano): «La commissione presieduta da Pierluigi Vinai - sottolinea Cassinelli - ascolterà i candidati e ne verificherà i requisiti in vista dell’inserimento in lista». Una maniera trasparente - «vere primarie» le definisce Cassinelli - per selezionare le persone giuste: «Saranno i componenti della nostra Squadra delle libertà. Non per partecipare. Per vincere».