«Porteremo a Strasburgo la battaglia per Maria»

I coniugi Giusto, la coppia di Cogoleto che ha tenuto per giorni nascosta la bimba bielorussa che avrebbe subito violenze in orfanotrofio, non vuole mollare. Dopo che la piccola è stata riportata in patria con un blitz, stanno preparando un ricorso alla Corte di Strasburgo contro lo Stato italiano. «Finché Maria non potrà vivere la vita che merita di vivere ogni bambina, noi non ci fermeremo». La coppia dice di non sapere nulla di un accordo sottobanco intervenuto per sbloccare la situazione diplomatica: «Ma se è vero che sono state date a Maria delle garanzie, allora la nostra battaglia ha avuto un senso».