Un portiere alcolizzato e un difensore violento

Londra. Il 29enne portiere del West Ham, Roy Carroll, è ricoverato in una clinica specializzata per disintossicarsi dall’alcool e dalla passione per il gioco d'azzardo. L’ex portiere del Manchester United avrebbe iniziato a bere in modo ossessivo dopo aver perso una fortuna scommettendo con i compagni di squadra e nei casinò online, arrivando ad avere un debito con un giocatore del West Ham di circa 45.000 euro. La depressione lo ha portato ad avere numerose liti con la moglie Kerry fino alla decisione di farsi ricoverare presso il Capio Nightingale Hospital di Londra, clinica da oltre 6.000 euro al giorno, sotto il falso nome di Jonathan Walker. È stato affidato alle cure di uno psichiatra, dovrà prendere parte a terapie di gruppo e seguire una terapia farmacologica. Un suo compagno di squadra, il difensore Anton Ferdinand, fratello di Rio, è stato invece incriminato per aggressione e condotta violenta per i disordini all'esterno di un nightclub nel quartiere di Ilford. I suoi agenti, in una nota, hanno reso noto che il giocatore si dichiarerà «innocente»: «Le sue azioni sono giustificate, per questo non crede di avere fatto nulla di sbagliato».