Porto d’armi al killer: assolto dirigente Ps

È stato assolto con formula piena Sergio Vollono, il dirigente del commissariato Fiera che firmò il nullaosta per il porto d’armi a Andrea Calderini. Calderini poi in un raptus uccise la moglie, la vicina, ferì gravemente tre passanti e infine si sparò. Vollono finì sotto accusa perché pose quella firma nonostante Calderini avesse una condanna definitiva per furto, una in primo grado per lesioni lievi e varie denunce per ingiurie e minacce. Per il Tribunale però la condanna definitiva fu trasmessa in ritardo al distretto di polizia, mentre gli altri episodi non erano «ostativi» a un porto d’armi per tiro sportivo. Per la stessa vicenda sono state invece confermate in appello le condanne a 2 anni e a un anno e 10 mesi ai medici che firmarono i certificati per il rinnovo di quel porto d’armi.