Porto Marghera: Dow se ne va Nuovi progetti Eni

da Milano

Il gruppo statunitense Dow Chemical intende chiudere il proprio stabilimento chimico di Porto Marghera, ma si profila un ruolo dell'Eni che intende consolidare la propria presenza nel polo chimico. Lo hanno detto alcuni rappresentanti degli enti locali dopo un incontro avuto ieri con il ministro per lo Sviluppo Economico Pierluigi Bersani presso la sede del ministero. «Dow ha annunciato che se ne va», ha spiegato l'assessore regionale del Veneto per la riconversione di Porto Marghera, Renzo Marangon. Secondo Laura Fincato, assessore al polo strategico di Venezia che si occupa di Porto Marghera, la società americana «attende ancora l'esito di una indagine negli Usa ma l'orientamento è per un disimpegno da Porto Marghera».