Porto Merlo: «Ho trovato i falsi al protocollo»

«Ci sono state disfunzioni che meritano un approfondimento». Inizia così, Luigi Merlo, presidente dell’Autorità Portuale, il confronto sui primi risultati dell’inchiesta interna aperta a seguito degli articoli del Giornale. Insomma, le lettere diverse protocollate con lo stesso numero, o addirittura retrodatate, sono state trovate. Impossibile smentire. Semmai adesso c’è da andare oltre.
Presidente, cosa avete appurato?
«Con la logica della trasparenza che intendo portare avanti, non voglio limitarmi ad accertare quello che avete già scritto, ma capire se ciò ha avuto altri effetti».
Se insomma i «pasticci» del protocollo servissero a scopi poco leciti?
«Il gruppo di lavoro coordinato dal segretario generale finora non ha rilevato fattispecie di questo tipo, ma se dovessero emergere responsabilità in questo (...)