Porto di Milano, sogno ripescato

In vista dell’Expo 2015 torna in auge l’idea di riaprire il canali di Milano, e di riutilizzare i Navigli sia per scopi turistici che commerciali.
Un progetto che affonda le sue radici nel primo novecento, quando venne creata la fermata della metropolitana «Porto di Mare».
L’idea fu accantonata durante il periodo fascista, per poi venire rispolverata nel dopoguerra: negli anni Sessanta, i «portuali» irriducibili erano tornati all´attacco, facendo le cose in grande, con una bella mostra (1963) a Palazzo Reale patrocinata dal presidente della Repubblica, Antonio Segni.
Anche allora il porto milanese aveva respiro e ambizioni europee, e tale era stato dichiarato dalla conferenza dei ministri dei Trasporti della Cee. Sull´onda dell´entusiasmo qualcuno scrisse ch´era finalmente iniziato il futuro delle idrovie italiane.