Porto La Regione «indaga» sulle assunzioni

Le assunzioni dell’Autorità Portuale arrivano in Regione. La stabilizzazione dei dieci precari non passa inosservata sotto l’ombrellone e il gruppo del Pdl chiede un po’ di chiarezza al di là delle rassicurazioni fornite direttamente al Giornale dalla stessa segreteria generale dell’ente. L’impegno di Palazzo san Giorgio a fare le cose «secondo la normativa in vigore» non entra troppo nel merito della questione, né il fatto che i dieci prescelti per l’inserimento in pianta organica siano «soggetti che iniziarono la loro collaborazione anteriormente all’insediamento dell’attuale gestione» può essere sufficiente a tranquillizzare chi ha comunque il compito di vigilare.
Così arriva l’interpellanza urgente firmata dal capogruppo Matteo Rosso e dai consiglieri Roberto Bagnasco e Gino Garibaldi. Un atto che potrebbe andare di pari passo con il compito affidato al segretario generale dell’Autorità Portuale. Mentre l’avvocato Giambattista D’Aste dovrà presentare al comitato portuale e ai sindacati la soluzione trovata per fare le dieci assunzioni rispettando «la normativa in vigore», il presidente Luigi Merlo potrebbe essere chiamato da Claudio Burlando a tornare per un giorno «assessore» e fornire le spiegazioni necessarie ai consiglieri. (...)