«Il Porto è a rischio»

Due interrogazioni a palazzo Madama da parte dei senatori del Pdl Enrico Musso e Giorgio Bornacin per chiedere al Governo di intervenire sulla circolare emanata lo scorso 21 aprile dall’Agenzia delle entrate. Se questa circolare venisse attuata costerebbe al porto di Genova sei milioni di euro ai quali si dovrebbero aggiungere altri cinque milioni di sanzioni per mancati pagamenti pregressi.
I due senatori liguri chiedono all’esecutivo di muoversi per riportare sui livelli di efficienza ed eccellenza che hanno fatto diventare lo scalo genovese il primo in Italia e tra i più sviluppati in Europa ma che, data la situazione, potrebbe essere ridimensionato.