Porto Venere cerca attori per una fiction tedesca

Alberto Vignali

da Porto Venere

Ancora una volta la zona ed i borghi di Porto Venere diventeranno il set di un film.
Un giallo con tre settimane di riprese, quasi cento comparse, attori presi dalla realtà locale ed i locali vigili urbani trasformati in «se stessi» con una scuola che diventerà un commissariato.
Si tratta di una produzione tedesca, marcata Tv60 (la prima televisione in Germania). Una fiction per la tv di una sola puntata, un poliziesco ambientato in Italia che in gran parte si svolgerà proprio a Porto Venere.
Domani, domenica, per chi volesse partecipare, alle scuole delle Grazie (frazione di Porto Venere), dalle 10 alle 16, c'è anche una selezione per trovare un'ottantina di comparse.
Ma saranno tanti i protagonisti del film presi dalla vita reale, per primi i vigili urbani che dovranno impersonare loro stessi, questo (nella finzione) per collaborare con un poliziotto tedesco che arriverà sulla costa ligure per investigare su un caso di scomparsa. Poi un barcaiolo diventerà un deciso investigatore della locale polizia, l'isola Palmaria sede di uno strano mistero, ma il resto è ancora tutto da organizzare.
Il regista ed i suoi collaboratori sono in zona da un paio di settimane, hanno studiato i luoghi, preso i contatti ed ora cercano anche dei volti.
Il film parla di una ragazza che scappa per amore dalla Germania ed arriva a Porto Venere, il resto tra indagini, auto incidentate e trame da svelare resta chiaramente un giallo. Di certo c'è che saranno fatte riprese un po' in ogni zona, ambientazioni suggestive, come la Casa del Capitano, le bocche, il carruggio e la zona del Cavo.
Non è la prima volta che Porto Venere ospita un set di ripresa, diversi i film per la pubblicità girati in questa zona della Liguria, altri inbvece sono stati veri i propri lungometraggi che hanno avuto ambientazione scenica nella «Perla del Golfo dei Poeti».