PORTO VENERE

Emergenza municipalizzate a Porto Venere, un caso che rischia di far affondare Comune ed economia turistica. L’allarme arriva dal locale coordinatore del Pdl, Emilio Di Pelino: «Ora è chiaro perché la maggioranza di centrosinistra - spiega il consigliere comunale - ci ha sempre negato la commissione d’inchiesta sulle società partecipate dal Comune. Di due Srl non ne abbiamo una sana, la prima è sotto inchiesta per danno erariale, la seconda affitta ad aziende turistiche del posto spazi di mare che non ha in concessione. Ed ecco perché oltre a negare una commissione di controllo, le società partecipate hanno nei cda solo membri nominati dalla maggioranza». Di Pelino fa riferimento all’indagine della Guardia di Finanza che ha portato una società interamente controllata dal Comune davanti la Procura generale della Corte dei Conti di Genova per rispondere di un danno erariale stimato sui 300 mila euro.