Portofino, è caccia al «mostro»

Ora l’allarme è scattato a tutti i livelli. Tutti scoprono che il «mostro» del parco di Portofino, l’uomo che venerdì ha aggredito a bastonate e rapinato due turiste inglesi, fa davvero paura. Tanto che dopo le prime, sommarie ricerche, ieri mattina è partito un vero e proprio rastrellamento del promontorio. Le due straniere, di 56 e 62 anni, sono state aggredite dall’energumeno, spuntato all’improvviso davanti a loro, sul sentiero tra Portofino e la baia di San Fruttuoso di Camogli. Ieri decine di carabinieri, con unità cinofile, hanno passato al setaccio anche i sentieri più impervi del parco naturale, ma dell’uomo non c’era traccia.
Le due donne, londinesi, sono state ricoverate all’ospedale di Lavagna con ferite alla testa, alle braccia e alle spalle. Verranno probabilmente riascoltate domani dai carabinieri per avere nuove indicazioni sull’uomo che le ha aggredite. Le due escursioniste hanno però chiesto agli inquirenti di non rivelare la loro identità per poter avvertire prima i familiari a Londra e rassicurarli sulle loro condizioni, peraltro non gravi.