In posa l'estate dei milanesi

Due associazioni promuovono un bando per i migliori scatti amatoriali
durante l’estate. In palio diplomi e buoni acquisto per attrezzature
professionali. La premiazione a novembre

Al ritorno delle vacanze, uno dei passatempi che va per la maggiore, prima di riprendere il vecchio tran tran quotidiano nell’afa milanese, è tappezzare il computer con le foto dell’estate. Ognuno di noi ne ha qualcuna da sfoggiare: spiagge al tramonto, mari tropicali, paesaggi ad alta quota, antichi villaggi disabitati, terre di nessuno e di tutti che solo l’occhio attento dell’obiettivo può cogliere e fissare nel tempo. Ebbene, stavolta quelle foto potranno tornarvi utili. Bastano pochi scatti, immagini rubate dal finestrino dell’auto, durante una passeggiata, dal ponte di una nave o dall’alto di un elicottero, per partecipare alla prima edizione del concorso "Fotografa le tue vacanze – L’arte dell’immagine in gara", promosso dalle associazioni 50Πù Università-Fenacom e Ascofoto. Nella migliore delle ipotesi vi aggiudicherete uno dei premi messi in palio: buoni d’acquisto fino ai 400 euro da spendere in apparecchi fotografici; nella peggiore, avrete finalmente l’opportunità di condividere con altri i vostri itinerari, le scoperte, i ricordi, le impressioni. Il concorso è aperto a tutti, dai 16 anni in su. C’è tempo fino al 29 ottobre per accedere al bando (scaricabile sul sito www.unionemilano.it) e inviare per posta alla segreteria del premio (corso Venezia 47/49, per informazioni: 02-7750213) fino a tre fotografie, stampate in formato 20X30 centimetri, a colori, realizzate durante le ferie con attrezzature digitali o analogiche. Poco importa se siete professionisti consumati, capaci di ricostruire l’intera vacanza con immagini degne del miglior fotoreporter, oppure semplici dilettanti allo sbaraglio, quelli che a malapena centrano l’obiettivo e che considerano il dispositivo, tanto più se digitale, come una sorta di oggetto misterioso da sfoderare con gli amici solo alle feste raccomandate. A giudicarle ci penserà una commissione di esperti, composta dagli organizzatori Filippo Ravizza (presidente di 50Πù Università-Fenacom di Milano e provincia) e Dario Bossi (presidente nazionale di Ascofoto), i giornalisti e critici Roberto Mutti e Giovambattista Bonato, il fotografo Massimo Prizzon e il conduttore televisivo Davide Mengacci, che pochi sanno essere un fotografo professionista da più di quarant’anni. La premiazione si terrà il 22 novembre presso l’Unione del Commercio di Milano, "ma l’idea è di organizzare una mostra itinerante che coinvolga tutte le sedi italiane di Fenacom" ci spiega Dario Bossi, presidente di Ascofoto, l’associazione nazionale dei commercianti del settore, nonché sponsor tecnico dell’iniziativa. I primi tre classificati, come già detto, si aggiudicheranno, oltre a targhe e diplomi di merito, anche buoni in denaro dai 200 ai 400 euro per l'acquisto di macchine fotografiche. Più la gratificazione – forse anche superiore al premio - di esser stati i migliori fotoreporter dell’estate 2010. "Lo scopo – continua Bossi - è di stimolare la gente non solo a scattare le foto, ma a condividerle, a toccarle con mano. Con l’avvento del digitale il consumo in Italia delle pellicole è crollato: tutti scaricano le immagini direttamente al computer, le ritoccano, le riproducono, non esiste più l’unicità dell’opera. Per questo, quando Filippo Ravizza, presidente di 50Πù Fenacom Milano, mi ha chiesto di dare il nostro supporto tecnico al concorso, ho accettato con entusiasmo, sorpreso che fosse proprio un’associazione culturale di ultracinquantenni a pensare ai giovani e dar loro una chance per mettersi alla prova e farsi conoscere".