Posate e sacchetti buttati in mare sono indistruttibili

Sarà anche vero che in Inghilterra hanno inventato la prima bottiglia di plastica biodegradabile, fatto sta che il dossier dell’associazione ambientalista «Fare verde» non lascia spazio all’ottimismo: «La plastica con cui sono fatte bottiglie, bicchieri, posate e piattini, oltre che naturalmente le buste per la spesa, una volta in mare, rimarrà lì per l’eternità, incancellabile testimone dell’offesa all’ambiente; uno sfregio indelebile alla natura a prova di tempeste e maremoti». «I derivati della plastica - spiega il professor Guido Giacci del Cnr - risultano refrattari a qualsiasi “attacco” esterno. Non solo sono indistruttibili, ma rappresentano un nemico mortale per fauna e flora». Le cose vanno appena meglio per le bottiglie di vetro: ci voglio infatti «soltanto» mille anni perché una bottiglia possa sparire dai fondali. Una bazzecola rispetto all’eternità della plastica.