Positive le banche Sale Unipol (+1,9%)

Piazza Affari archivia in rialzo una seduta caratterizzata da volumi modesti, tipici dei periodi festivi. In chiusura, l’indice Ftse Mib ha guadagnato lo 0,84%, l’AllShare lo 0,84% e il MidCap l’1,11%. Bene gli assicurativi con Fonsai che è salita del 2,02% e Generali dell’1,41%. Unipol è avanzata dell’1,9%: la compagnia, il 24 dicembre scorso, ha comprato il 60% di Arca Vita dalla Banca Popolare dell’Emilia Romagna (+0,67%) e dalla Popolare di Sondrio (+1,98%). Buoni spunti soprattutto per Intesa Sanpaolo (+1,68%), Ubi (+1,11%), Mediobanca (+1,08%) e Mediolanum (+1,03%).
In denaro i titoli legati alle costruzioni e alle infrastrutture energetiche: Italcementi +1,64%, Buzzi Unicem +1,49% e Tenaris +1,83%. Fuori dal paniere principale bene Maire Tecnimont (+2,92%). Poco mossi i comparti difensivi, in particolare le utilities: Enel -0,25%, Terna +0,08% e Snam -0,14%. In controtendenza Acegas: +3% dopo aver annunciato la firma di una lettera d’intenti per l’integrazione con Linea Group Holding. Finmeccanica ha lasciato sul terreno lo 0,27%, penalizzata dai timori per un contratto da un miliardo negli Emirati arabi. Ben comprate Exor (+1,98%), Ansaldo Sts (+1,38%) e Telecom Italia (+1,2%). Seduta negativa per Seat (-1,74%), dopo l’annuncio, la settimana scorsa, di risultati 2010 e 2011 inferiori a quelli previsti dal piano presentato a febbraio 2009. Quanto alle Borse europee, nel giorno della chiusura di Londra per festività, Parigi ha fatto segnare un +0,88% e Francoforte un +0,76 per cento.