«Possibile grazie ai fondi stanziati da Storace»

«Presto, come avevamo promesso e come previsto dall’accordo di programma con la Regione e l’Ater, verrà attuata la riqualificazione dell’area del Laurentino 38 nella quale, nel corso degli anni, si era prodotta una grave situazione di degrado». Con queste parole il sindaco Veltroni commenta l’inizio delle operazioni di sgombero. «L’amministrazione - dice - ha trovato un’altra soluzione nella direzione del contrasto all’emergenza abitativa e al disagio sociale e ha avviato un’altra importante opera di risanamento ambientale e urbanistico».
Il vicepresidente del Consiglio comunale Fabio Sabbatani Schiuma attribuisce il merito dell’abbattimento dei ponti, «reso possibile grazie ai fondi stanziati dalla giunta Storace», al prefetto Achille Serra. «Ora si tratterà di proseguire con l’eliminazione del nono e del decimo ponte - continua Schiuma - e di trovare una sistemazione agli occupanti». Certe affermazioni del vicepresidente del Consiglio comunale non sono piaciute al consigliere Ds della Regione Enzo Foschi: «Schiuma parla del Laurentino 38 cercando di storcere la realtà attribuendo a tutti fuorché all’amministrazione comunale i meriti di questa iniziativa». Di tutt’altro avviso il consigliere comunale di An Marco Marsilio, che parla di «vittoria della destra, culmine di una battaglia portata avanti contro tutto e contro tutti». «Accogliamo con soddisfazione l’avvio della demolizione dell’undicesimo ponte - commenta invece Fabio Rampelli, deputato di An - con la speranza che quello compiuto oggi (ieri, ndr) sia solo l’inizio di un profondo rinnovamento urbanistico per questa città». Il segretario regionale dell’Udc Luciano Ciocchetti critica invece i tempi che sono serviti ad arrivare alla demolizione: «La buona notizia per gli abitanti del Laurentino 38 è che la riqualificazione del quartiere è finalmente partita. Quella cattiva è che si sono persi due anni da quando la giunta regionale di centrodestra aveva individuato gli stanziamenti per l’abbattimento dei ponti e che il Comune ha tenuto per un anno e mezzo bloccato l’accordo di programma del Laurentino 38 impedendo l’abbattimento dei ponti».