«Possibili colloqui Iran-Stati Uniti»

Teheran. L’Iran resta fermo sul suo programma nucleare, ma non esclude di potere avviare contatti con gli Stati Uniti, anche sull’Irak. Martedì il ministro degli Esteri, Manuchehr Mottaki, aveva smentito voci di presunte trattative segrete con Washington, ma ieri il segretario di Stato iraniano Alì Larijani, che si occupa dei negoziati sul nucleare con gli occidentali e che sarà dal 9 all’11 febbraio a Monaco per partecipare alla conferenza sulla sicurezza, ha dichiarato di non escludere colloqui anche con rappresentanti di Washington. Larijani ha precisato che sta preparando una serie di incontri con rappresentanti del “Gruppo dei sei” (Cina, Francia, Germania, Gran Bretagna, Russia e Usa).