«Possono ricoverarla ma non cambiare il modo di assisterla»

Il sì da parte del Distretto sanitario riguarda solo il ricovero di Eluana nella casa di riposo «La Quiete» di Udine e non le tipologia delle cure da fornire alla donna: lo precisa il sottosegretario al Welfare Eugenia Roccella, spiegando anche che il ministero ha chiesto informazioni all’assessorato alla Sanità della Regione Friuli-Venezia Giulia sulla tipologia delle prestazioni e delle terapie che si intende utilizzare.
«Il piano di cura - hanno replicato i responsabili della casa di riposo udinese «La Quiete» - verrà redatto una volta che si deciderà di accogliere Eluana, non certo prima».